Introduzione

Gio's photo "Non posso prevedere quello che sta succedendo, è una sorpresa. Come una passione, la pittura è un'emozione piena di verità e risuona di un suono vivo, come il ruggito che viene dal petto di un leone". Karl Appel

"Uso semplicemente quello che è disponibile per descrivere ciò che ho sperimentato". Julian Opie

Come le poesie giapponesi, gli "haiku", la forma di poesia più corta del mondo (solo diciassette sillabe) ma una delle più penetranti.
Haiku significa inizio. I poeti haiku diceono "noi cominciamo soltanto, non concludiamo mai". Il poeta inizia, l'ascoltatore deve concludere: se un poema è completato dal poeta, a colui che ascolta non resta più nulla, sarà un semplice spettatore.
Il vero poeta lascia qualche indizio e dei buchi; questi spazi vuoti devono poi essere riempiti, allora la connessione è creativa. Così anche il pittore inizia e poi, chi guarda il quadro lo completa. Osho

... se poi volete utilizzare le mie opere come complementi d'arredo della vostra casa, come "macchia" di colore da inserire in una parete, fate pure! Vi aprirà comunque il cuore e la mente se siete disposti ad osservarle un momento e non solo a guardarle ... Gio Sciello


La mia idea di fondo

Negli ultimi anni i miei interessi culturali mi hanno portato ad una rivisitazione in chiave simbolica della pittura.
L’attrazione per questo tipo di espressione artistica è derivato dalla consapevolezza che alfabeti, simboli, numeri e quant’altro hanno la capacità di trasmettere ed esprimere frequenze energetiche che interagiscono con i campi energetici di coloro che li osservano.
Ritengo che questi quadri possano anche adempiere ad una funzione terapeutica data dalla simbologia, in quanto apportatrice di valenze energetiche e dall’uso dei colori abbinati al simbolo, che a loro volta proiettano delle diverse lunghezze d’onda.
D’altra parte la cromoterapia è un’arte antica medica, infatti se ne trovano tracce fin dai tempi degli egizi: a seconda dei colori utilizzati si proietteranno delle frequenze diverse che andranno ad agire nei campi energetici di ognuno di noi posto davanti al quadro.
Essendo gli uomini unici nei loro campi energetici avranno, ovviamente, sensazioni e reazioni differenti davanti a queste opere.
I miei quadri esprimono delle risultanze cromatiche e simboliche costanti per periodi, che rivelano i miei stati d’animo e le mie necessità energetiche.
Tutto questo è interconnesso con la teoria dei colori così come sviluppatasi nel tempo dai Rosacroce, Goethe, Steiner per citare solo le ultime elaborazioni.
Ognuno a suo modo vi coglie il significato profondo, non solo puramente visivo.
Così come la disposizione spaziale degli stessi colori e la geometria che ne può derivare hanno un loro significato che va al di là della semplice apparenza.
Anche i vuoti nella tela, che vuoti in realtà non sono mai, ci parlano. ...continua...